Rotta di Portoverde Vallugola


* Tour leggero: per la distanza del tour e le (im) possibilità di fermarti lungo il percorso, questi tour sono in linea di principio sono da navigare per tutti. A.R 10 km N.M. 6,2

Prendendo Via O. Nelson si entra nell’area portuale di Portoverde, mantenendo la destra si arriva facilmente alla foce del fiume Conca.

Ci troviamo quindi all’ interno del Parco Fluviale del Conca che è anche un ottimo punto di partenza per delle interessanti passeggiate e giri in mountain bike. Usciti dalla foce si procede verso est in direzione di Cattolica. Subito ci troviamo davanti allo storico complesso “Le Navi”, opera dell’architetto-ingegnere romano Clemente Busiri Vici, inaugurata il 28 giugno 1934 originariamente concepita come colonia marina per ospitare i figli degli italiani residenti all’ estero oggi sede del meraviglioso Acquario di Cattolica. Si costeggiano così i 2 km di spiaggia fino ad arrivare al porto di Cattolica che con le sue barche da pesca con le caratteristiche vele colorate testimonia la tradizione marinaresca della città Superato il porto alla foce del fiume Tavollo, confine naturale tra Emilia Romagna e Marche, si arriva a Gabicce Mare.

Si passa davanti al Mississippi, il mitico locale edificato nel 1959 su palafitte e meta del jet set negli anni ’60 e ’70, manufatto di proprietà del demanio marittimo, uno dei pochi esempi di architettura sul mare dell’Adriatico rimasto inutilizzato e ora in via di riqualificazione. Ultimo chilometro di arenile sabbioso e poi comincia il promontorio di Gabicce Monte, l’inizio del Parco Naturale del Monte San Bartolo 1600 ettari di territorio comprendente la dorsale collinare che si estende fino al porto di Pesaro, costituendo il primo promontorio che affaccia sulla costa adriatica provenendo dal Nord dell’Italia. La falesia e la sottostante spiaggia costituiscono aree naturali di grande pregio, essendo caratterizzate da peculiarità di carattere geomorfologico, vegetazionale e faunistico di assoluto rilievo. Il tratto di costa alta, a falesia viva, rappresenta infatti una visione rara in tutto l’Adriatico. Ultimo chilometro e si arriva finalmente alla baia di Vallugola, meravigliosa insenatura naturale, piccolo paradiso del mare Adriatico, con la sua spiaggia sassosa e un suggestivo porticciolo turistico.