Il punto sul L. Santarini


 

Il punto sul Lago Santarini

Di Arnaldo Croccolino

E’ finita! Dopo una ventennale permanenza al Lago Santarini, la nostra società sportiva viene sfrattata senza neanche uno straccio di preavviso. Uno spiacevole inconveniente che ha dato seguito a polemiche e tensioni che continuano a far discutere.

Noi, del lago avevamo un’idea precisa : il suo odore di pulito, il senso di connessione con la natura, un angolo di pace, pagaiare sul filo dell’acqua per rilassarsi, ma anche competizioni, vittorie e sconfitte. Le indimenticabili  fogheraccie, le cene sotto il portico, è stato un crescendo rossiniano.

Lo sapevamo ! Che dopo lo stato di insolvenza della CMV (Cooperativa Muratori Verucchio), sono stati  anni di incertezza e disagio, la famosa  spada di Damocle, un pericolo che pendeva sulla nostra testa.  Il lago ora ha un nuovo proprietario! Abbiamo notato lo stile! Che classe! tutto gratis! non siamo degni nemmeno di un preavviso. E’ vero che il contratto di locazione  verbale è assolutamente nullo. La legge infatti, stabilisce che per la stipula di validi contratti di locazione ad uso abitativo è obbligatoria la forma scritta. La nullità però, è relativa, ossia può essere fatta valere (impugnata davanti al giudice) solo dall’inquilino e non dal proprietario (questo è l’orientamento espresso dalle Sezioni Unite della Cassazione).

L’ultima polemica: Se qualcuno aveva pensato che il consiglio avrebbe tenuto una line dura si è sbagliato, come ha spiegato il presidente Ugo Donati, la nostra linea è di portare avanti e mantenere una discussione civile, senza intraprendere azioni legali.

Quello che rimane da fare: Ed è stato fatto! Per limitare i danni  abbiamo avuto un incontro / colloquio con il sindaco di Santarcangelo di Romagna la Sig.ra Alice Parma, “Veramente non me lo sarei aspettato” ha detto. Alla fine del discorso… in futuro vediamo di trovare una soluzione che vada incontro alle esigenze di tutti.

Traslocare? Direi di si!  Il trasloco non è mai bello! basta digitare la parola su Google appaiono nell’ordine: “Trasloco, come uscirne vivi”. “Sette modi per combattere lo stress da trasloco”. “Ansia da trasloco? Come evitare il panico”. “Vivere serenamente un trasloco”. Ecco! Noi lo stiamo vivendo serenamente, ovviamente per il semplice motivo che abbiamo la nostra terra promessa, dove sorgerà la nuova sede Spark building!. Finalmente siamo in possesso della  Concessione Edilizia, il consiglio sta lavorando al progetto e i lavori per il momento stanno procedendo bene. Mi piacerebbe dire inauguriamo a primavera! ma con tutta la buona volontà ,non sappiamo dare una data per il termine ultimo.

La nuova sede: Per chi avesse perso qualche passaggio, la nuova sede sorgerà a Rimini in Via  A. Labriola a ridosso del Fiume Marecchia. Un’ampia area di 1 ha, una zona privilegiata, con accesso diretto al fiume (deviatore) a pochi metri dal mare. Nel rispetto della C.E. la struttura sarà un edificio prefabbricato, con un corpo centrale di mq.20 adibito ad ufficio, n° 2  spogliatoi con relativi servizi di docce e bagni. Nella superficie destinata a giardino, saranno posizionate le rastrelliere per le canoe del club e quelle private dei soci. E’ contemplata un’area relax con gazebo, per le occasioni conviviali un’ampia tavolata sotto il ciliegio.

In ultimo:  Come traspare dalla mia amarezza per l’accaduto, purtroppo il Canoa Club Rimini cessa l’attività sportiva al Lago Santarini, quindi è fatto divieto in assoluto svolgere l’attività sportiva per conto e a nome del Canoa Club Rimini.  Per ulteriori informazioni e chiarimenti rivolgersi a Ugo Donati cell. 3336479852.